Incontro regionale della mobilitazione studenti e lavoratori dell’Università

Nei prossimi giorni sarà resa pubblica la prima bozza della legge di bilancio e se il mondo universitario intende dare un contributo propositivo al riguardo, cosa oltremodo urgente, è necessario farci sentire ora. Per questo motivo come Movimento studenti e lavoratori del Politecnico di Torino abbiamo deciso di convocare, in collaborazione con gli studenti e i colleghi di UniTo e UPO, un

INCONTRO DELLA MOBILITAZIONE PIEMONTESE

per il 19 ottobre 2017 – ore 13:00 aula 10D

 in vista dell’organizzazione dei prossimi appuntamenti.
L’obiettivo principale dell’incontro è quello individuare ulteriori azioni di protesta nel caso restassimo inascoltati, rilanciare la raccolta firme sulla lettera alla Ministra in difesa dell’Università Pubblica (vedi https://politecnicoblog.wordpress.com/petizione/) e soprattutto preparare l’organizzazione di una

ASSEMBLEA NAZIONALE

della mobilitazione per il riscatto dell’Università Pubblica
che si terrà il 6 novembre al Politecnico di Torino
https://riscattouniversitapubblica.org

per fare sintesi delle proposte di mobilitazione che stanno emergendo negli Atenei italiani e convergere su una grande azione di mobilitazione condivisa e nazionale.

Movimento studenti e lavoratori del Politecnico di Torino
https://politecnicoblog.wordpress.com

Annunci

Lettera aperta alla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

In difesa dell’Università Pubblica

Lettera aperta alla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

 

Come approvato dall’assemblea unitaria (studenti, docenti, PTA, personale non strutturato) tenuta al Politecnico il 18 settembre, è stata lanciata una raccolta firme su una lettera aperta da inviare alla Ministra per denunciare quelli che sono i più gravi e urgenti problemi che mettono a rischio il servizio al paese che è doveroso che fornisca l’Università Pubblica.

 

La lettera può essere firmata solo da singole persone, ma alcune organizzazioni universitarie si sono impegnate nel sostenerla. Per ora abbiamo avuto notizia del sostegno da parte di UDU – Unione degli universitariLink – Coordinamento Universitario, Rete 29 Aprile, ADI – Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani, ARTeD – Associazione ricercatori a tempo determinatoFLC CGIL, CRNSU – Coordinamento Ricercatrici e Ricercatori Non Strutturati Universitari… ed è stato rilanciato anche da ROARS

Resoconto dell’assemblea del 18 settembre 2017 al Politecnico di Torino

L’assemblea del 18 settembre 2017 al Politecnico di Torino è stata convocata congiuntamente da studenti, docenti, personale tecnico e amministrativo e dal personale non strutturato del nostro Ateneo. L’intera nostra comunità che si confronta e si interroga su cosa si può fare tutti insieme per difendere l’Università Pubblica dall’attacco che sta subendo oramai da quasi un decennio.

L’assemblea è stata partecipata e ci sono stati molti interventi di tutte le categorie, soprattutto degli studenti. Riprendendo quanto già sottoscritto da quasi 300 docenti del nostro Ateneo nelle scorse settimane, è stato condiviso il testo di una lettera aperta alla Ministra Fedeli dove si denunciano i problemi più gravi e urgenti del sistema universitario e si chiede un sollecito intervento, ci auguriamo già nella prossima legge di stabilità, che dia un chiaro segnale di inversione di tendenza delle politiche di disinvestimento di questi ultimi anni. La lettera è stata inviata agli Organi di Governo dell’Ateneo per contribuire alla discussione all’ordine del giorno delle prossime sedute e si intende predisporre una raccolta di firme a livello nazionale.

Si è concordato poi di proseguire la mobilitazione congiunta assicurando una presenza alla notte dei ricercatori del 29 settembre, e di preparare una serie di iniziative per la prima settimana delle lezioni. Le modalità della mobilitazione saranno precisate nei prossimi incontri organizzativi, ma alcune idee sono state proposte all’attenzione dell’assemblea:

  • Predisporre delle slide che i professori potranno usare nella prima lezione del corso per illustrare ai loro studenti i motivi e gli obiettivi della mobilitazione;
  • Organizzare una serie di lezioni all’aperto in modo da sensibilizzare anche all’esterno dell’Ateneo sull’emergenza che vive il sistema universitario;
  • Valutare iniziative con un adeguato impatto mediatico per il primo giorno di lezione.

L’assemblea si è conclusa con la decisione di diffondere al massimo le notizie della nostra mobilitazione locale, nella speranza che anche in molti altri Atenei sorgano mobilitazioni congiunte di tutte le componenti del mondo universitario e si possa nel mese di ottobre arrivare a un momento di incontro nazionale che sia in grado di dare voce a tutti coloro che sono disposti a mobilitarsi in difesa dell’Università Pubblica.

Mobilitazione studenti e lavoratori del Politecnico di Torino
https://politecnicoblog.wordpress.com/

Slide utilizzate nella presentazione dell’assemblea

Bozza della lettera aperta alla Ministra (e relativi grafici)

Contributo alla discussione – FLC CGIL Politecnico di Torino

Incontro con una delegazione dei parlamentari piemontesi del PD

I parlamentari piemontesi del PD hanno chiesto un incontro ai professori del Politecnico di Torino in mobilitazione. L’incontro si è tenuto la mattina del 18 settembre presso il Politecnico. Erano presenti Anna Rossomando, Paola Bragantini, Andrea Giorgis e Silvia Fregolent. Nella delegazione della mobilitazione erano presenti 5 docenti e due studenti.

E’ stato un momento di confronto costruttivo e c’è stata una sostanziale condivisione sulla necessità di intervenire per risolvere alcune delle emergenze del sistema universitario.

TorinoOggi: Politecnico di Torino, professori in sciopero incontrano i parlamentari PD: “Stop ai tagli alle Università”

Comunicato stampa dei parlamentari piemontesi del PD

Assemblea pubblica di Ateneo – 18 settembre 2017

A seguito dell’assemblea organizzata dai docenti in mobilitazione il 4 settembre, primo giorno degli esami e primo giorno dello sciopero, è iniziato un confronto trasversale tra tutte le categorie del nostro Ateneo per arrivare a definire degli obiettivi condivisi e dare vita a una mobilitazione comune in difesa dell’Università Pubblica.

Il cartello affisso in occasione dello sciopero dei docenti al politecnico di Torino, 4 settembre 2017.

Per questo motivo ora tutti insieme, studenti e lavoratori del Politecnico di Torino, convochiamo una nuova assemblea di Ateneo, pubblica e aperta al contributo di chiunque sia interessato il giorno

Lunedì 18 settembre, ore 11:00, aula 13S (vicino alla sala studio 4, sotto l’aula 7)

Speriamo di incontrarvi numerosi per poter proseguire l’allargamento della mobilitazione e l’approfondimento della discussione sulla necessità di cambiamento delle politiche universitarie del nostro paese.

Mobilitazione studenti e lavoratori del Politecnico di Torino
https://politecnicoblog.wordpress.com

Assemblea studentesca: Sciopero al Politecnico, parliamone insieme! – 12 settembre 2017

Con l’inizio della sessione autunnale e con l’Assemblea pubblica di lunedì 4 settembre, lo sciopero dei docenti universitari è entrato nel vivo anche nel nostro Ateneo: per questo come collettivo Alter.POLIS abbiamo deciso di organizzare un momento di confronto, sia per chiarire di persona i dubbi sugli aspetti tecnici ed organizzativi (anche per quanto riguarda eventuali problematiche particolari su singoli esami) sia per avviare insieme una riflessione politica sulle prospettive di questa protesta nel nostro Ateneo.


Abbiamo sentito la necessità di incontrarci per una discussione tra studenti in vista dei prossimi appuntamenti congiunti con le altre componenti della comunità accademica, a partire dalla prossima Assemblea pubblica di Ateneo che sarà convocata nei prossimi giorni. L’incontro è rivolto in particolare a noi studenti ma sarà comunque aperto a tutti: dottorandi, assegnisti di ricerca, personale docente e tecnico-amministrativo!

Ci vediamo martedì 12 settembre alle 17:30 presso i prati delle aule I

Assemblea pubblica di Ateneo in vista dello sciopero degli esami – 4 settembre 2017

In vista dello sciopero degli esami proclamato per settembre si è tenuta una assemblea pubblica di Ateneo per discutere insieme a studenti, PTA, dottorandi, assegnisti… delle motivazioni della nostra protesta e delle prospettive della mobilitazione:

Lunedì 4 settembre – Aula 11 ore 11:00

PDF delle Slide dell’intervento di presentazione dell’assemblea

( le slide sono state estratte da quelle utilizzate da Juan Carlos De Martin nel suo intervento nell’assemblea pubblica Quale futuro per l’Università Pubblica – Dialoghi per il Senato e il CdA del 26 ottobre 2015 )

Resoconto dell’assemblea pubblicato dagli studenti di Alter.Polis
Comunicato degli studenti di LINK

Rassegna stampa

TG 1 delle 20:00 (a partire dal minuto 26:45)

TGR delle 19:30 (a partire dal minuto 6:05)

TG 1 ore 13:30  (dal minuto 20:35)

Lo sciopero degli esami lancia al Politecnico la corsa per il rettorato – La Repubblica

Protesta al Politecnico. lo sciopero cancella quasi un esame su due – La Stampa

Torino, docenti del Politecnico in sciopero: “Vogliamo dignità” – La Repubblica

Al Politecnico a rischio oltre un esame su tre – La Stampa

Docenti in sciopero al Politecnico di Torino, l’assemblea con gli studenti (video) – La Stampa TV

Università: cronologia di uno sciopero – Oggi Scienza

I docenti del Poli scioperano. Anche per i fondi alla ricerca e il diritto allo studio – Il Torinese

Politecnico inizia sciopero docenti – ANSA

Politecnico, al via lo sciopero: questa settimana a rischio un esame su tre – Torino Today

Politecnico di Torino, al via lo sciopero dei docenti – Info Oggi

Protesta dei docenti: “Gli appelli slitteranno per lo sciopero” – Torino Oggi

Politecnico di Torino, niente esami lunedì: professori in sciopero – Cronaca qui

Per una mobilitazione in difesa dell’Università Pubblica

banner4

Sono anni che l’Università Pubblica è oggetto di politiche di disinvestimento e di riduzioni progressive dell’autonomia per mezzo della burocratizzazione estrema del nostro lavoro. Noi come singoli docenti ci impegniamo quotidianamente per lavorare al meglio nelle condizioni date, ma riteniamo che la situazione sia oramai insostenibile e sia a rischio la qualità stessa del servizio pubblico che riteniamo doveroso fornire ai nostri studenti e al nostro Paese.

Le rilevazioni internazionali indipendenti indicano le Università italiane come molto produttive dal punto di vista della quantità e qualità delle pubblicazioni scientifiche, purtroppo però riguardo tutti gli indicatori che dipendono essenzialmente dalle politiche dei governi siamo ultimi o nelle ultime posizioni a livello europeo: abbiamo il più basso numero di ricercatori in proporzione al PIL e alla numerosità della popolazione, il più basso numero di laureati, il peggior rapporto numerico docenti/studenti, il più basso investimento in Università e ricerca in proporzione al PIL, stipendi bassi soprattutto in entrata, tasse universitarie alte e investimenti per il diritto allo studio molto ridotti…

Eravamo in una situazione non brillante sotto il punto di vista di tutti questi indicatori già un decennio fa, ma le politiche dei governi che si sono susseguiti in questi anni hanno gravemente peggiorato la situazione. Un dato su tutti: i docenti in servizio nell’Università pubblica a fine 2008 erano il 30% in più rispetto ad ora: siamo passati da oltre 60.000 agli attuali 46.000. Una riduzione di personale che avrebbe messo in ginocchio qualsiasi organizzazione basata sul capitale umano, e non ha precedenti in alcun paese industrializzato in tempo di pace.

Per uscire da questa situazione di emergenza c’è bisogno di un ripensamento globale delle politiche universitarie e in particolare riteniamo fondamentale come minimo:

  • Aumentare significativamente il Fondo di Funzionamento Ordinario (FFO), cercando almeno di avvicinarci alla media europea;
  • Programmare un grande piano straordinario pluriennale di reclutamento di Ricercatori in tenure track per ringiovanire e aumentare la numerosità della docenza universitaria, con l’obiettivo di adeguare il rapporto numerico docenti/studenti del nostro sistema universitario a quello degli altri paesi europei;
  • Riportare una ragionevole equità tra il trattamento economico dei docenti universitari e il resto del personale pubblico non contrattualizzato, in particolare riguardo il recupero dell’anzianità persa in questi ultimi anni;
  • Investire maggiormente nel sostegno al diritto allo studio, nella residenzialità universitaria e in politiche mirate all’aumento del numero dei laureati;
  • Procedere celermente al rinnovo del contratto del personale contrattualizzato dell’Università;
  • Ripensare le modalità della valutazione, evitando l’utilizzo automatico di indicatori e il continuo ricorso a classifiche utilizzate in modo essenzialmente punitivo, che stanno creando un ambiente litigioso e basato sulla contrapposizione invece che sulla collaborazione e la creazione di comunità accademiche capaci di fare sistema.

English Version

Intendiamo intraprendere tutte le iniziative possibili per portare all’attenzione dell’opinione pubblica il rischio di disgregazione del nostro sistema universitario nazionale, mettendo in evidenza che il divario culturale, di formazione e di ricerca nei confronti degli altri paesi europei rischia di essere pagato in futuro molto di più dell’investimento necessario oggi a evitarne l’allargamento, soprattutto in un periodo storico che si va definendo come “era della conoscenza”.

In quest’ottica intendiamo aderire allo sciopero degli esami previsto per la sessione autunnale, cercando comunque di minimizzare il disagio per i nostri studenti e impegnandoci in una campagna di informazione sulla situazione del sistema universitario pubblico che possa far comprendere l’importanza delle nostre rivendicazioni e la necessità e urgenza delle nostre azioni.

Versione PDF della dichiarazione

Per sottoscrivere la dichiarazione è sufficiente inviare una mail dal vostro indirizzo istituzionale all’indirizzo sciopero.docenti@gmail.com mettendo nell’oggetto “sottoscrivo”.

Firme in ordine alfabetico

1. Valentina Agostini
2. Guido Albertengo
3. Gustavo Ambrosini
4. Laura Andrianopoli
5. Emma Angelini
6. Dario Antonelli
7. Alberto Audenino
8. Marco Badami
9. Paolo Baldissera
10. Gabriella Balestra
11. Mauro Banchero
12. Mirko Baratta
13. Carlo Alberto Barbieri
14. Marco Barla
15. Fabrizio Barpi
16. Marco Bassani
17. Manuela Battipede
18. Danilo Bazzanella
19. Tamara Bellone
20. Silvia Beltramo
21. Teresa Berruti
22. Cristina Bertani
23. Gennaro Bianco
24. Cristina Bignardi
25. Gian Andrea Blengini
26. Silvia Bodoardo
27. Aldo Boglietti
28. Basilio Bona
29. Fabrizio Bonani
30. Michele Bonino
31. Mauro Borri
32. Andrea Bottino
33. Daniele Botto
34. Marco Bozzola
35. Salvatore Brischetto
36. Grazia Brunetta
37. Eugenio Brusa
38. Guido Callegari
39. Vittorio Camarchia
40. Cristian Campagnaro
41. Aldo Canova
42. Alfonso Capozzoli
43. Federica Cappelluti
44. Massimiliana Carello
45. Enrico Carpaneto
46. Alberto Carpinteri
47. Alessio Carullo
48. Claudio Casetti
49. Claudia Cassatella
50. Marta Castelli
51. Andrea Cavagnino
52. Maria Pia Cavatorta
53. Rosario Ceravolo
54. Marcello Chiaberge
55. Valeria Chiadò Piat
56. Fulvia Chiampo
57. Giuseppe Chiappinelli
58. Alberto Cina
59. Giuseppe Cinà
60. Pierluigi Claps
61. Marina Clerico
62. Federico Colombo
63. Michela Comba
64. Elena Comino
65. Paolo Cornaglia
66. Fulvio Corno
67. Daniele Costanzo
68. Giovanni Costanzo
69. Caterina Cumino
70. Cristina Cuneo
71. Francesca Curà
72. Rocco Curto
73. Stefano d’Ambrosio
74. Dario Daghero
75. Annalisa Dameri
76. Mauro Luca De Bernardi
77. Claudia De Giorgi
78. Alberto De Marco
79. Juan Carlos De Martin
80. Francesco Deflorio
81. Federico Della Croce
82. Elena Dellapiana
83. Danilo Demarchi
84. Micaela Demichela
85. Marco Di Sciuva
86. Marco Diana
87. Roberto Doglione
88. Simona Donati
89. Fabio Dovis
90. Laura Farinetti
91. Alessandro Fasana
92. Vilma Fasoli
93. Carlo Ferraresi
94. Luca Ferraris
95. Silvia Fiore
96. Sonia Fiorilli
97. Christian Firrone
98. Roberto Fontana
99. Sebastiano Foti
100. Giovanni Fracastoro
101. Fiorenzo Franceschini
102. Carlotta Francia
103. Walter Franco
104. Fabio Freschi
105. Maurizio Galetto
106. Lorenzo Galleani
107. Enrico Galvagno
108. Andrea Gamba
109. Emilia Garda
110. Luigi Garibaldi
111. Laura Gastaldi
112. Letterio Gatto
113. Roberto Gaudino
114. Marco Gazzoni
115. Claudio Germak
116. Gianluca Ghigo
117. Giovanni Ghione
118. Marco Ghirardi
119. Paolo Giaccone
120. Luca Giaccone
121. Valter Giaretto
122. Piero Gili
123. Mariangela Gioannini
124. Roberto Giordano
125. Michele Goano
126. Luca Goglio
127. Renato Gonnelli
128. Roberto Graglia
129. Sabrina Grassini
130. Cosimo Greco
131. Francesco Gregoretti
132. Giovanni Griva
133. Silvia Gron
134. Mario Grosso
135. Ugo Icardi
136. Roberta Ingaramo
137. Gaetano Iuso
138. Umberto Janin
139. Marco Knaflitz
140. Francesco Laio
141. Sergio Lancelotti
142. Francesco Larocca
143. Luciano Lavagno
144. Andrea Lavagno
145. Beatrice Lerma
146. Andrea Lingua
147. Antonio Lioy
148. Guido Lombardi
149. Franco Lombardi
150. Andrea Longhi
151. Umberto Lucia
152. Daniela Maffiodo
153. Domenico Maisano
154. Giovanni Maizza
155. Stefano Alberto Malan
156. Pietro Mandracci
157. Marika Mangosio
158. Ambrogio Maria Manzino
159. Stefano Marchesiello
160. Vittorio Marchis
161. Daniele Marchisio
162. Francesco Marino
163. Luca Marmo
164. Anna Marotta
165. Roberto Marsilio
166. Rossella Maspoli
167. Diana Massai
168. Luca Mastrogiacomo
169. Giuliana Mattiazzo
170. Manuela Mattone
171. Stefano Mauro
172. Luisa Mazzi
173. Caterina Mele
174. Paolo Mellano
175. Marco Mellia
176. Luca Mesin
177. Valeria Minucciani
178. Daniela Misul
179. Antonio Mittica
180. Filippo Molinari
181. Sara Monaci
182. Guido Montanari
183. Arianna Montorsi
184. Umberto Morbiducci
185. Maurizio Morisio
186. Maria Franca Norese
187. Carlo Novara
188. Pina Novello
189. Chiara Occelli
190. Barbara Onida
191. Renato Orta
192. Massimo Ortolano
193. Riccardo Palma
194. Bruno Panella
195. Davide Paolino
196. Marco Parvis
197. Michele Pastorelli
198. Stefano Pastorelli
199. Dario Pastrone
200. Matteo Pavese
201. Alessandro Pelizzola
202. Nerino Penazzi
203. Guido Perboli
204. Marco Perino
205. Pier Paolo Peruccio
206. Elio Piccolo
207. Sandra Pieraccini
208. Marco Piras
209. Marco Pirola
210. Davide Poggi
211. Pierluigi Poggiolini
212. Enrico Pons
213. Franco Porcelli
214. Giuseppe Quaglia
215. Carlo Stefano Ragusa
216. Terenziano Raparelli
217. Daniele Regis
218. Maurizio Repetto
219. Carlo Ricciardi
220. Fulvio Risso
221. Pierpaolo Riviera
222. Vera Rocca
223. Marco Roggero
224. Emanuele Romeo
225. Silvia Ronchetti
226. Fausto Rossi
227. Cristiana Rossignolo
228. Carlo Rosso
229. Mario Rosso
230. Maurizio Rosso
231. Bernardo Ruggeri
232. Massimo Rundo
233. Massimo Ruo Roch
234. Milena Salvo
235. Marco Sangermano
236. Guido Saracco
237. Marcella Sarale
238. Guido Sassi
239. Patrizia Savi
240. Francesco Savorani
241. Alessandro Scattina
242. Valentina Serra
243. Enrico Serra
244. Raffaella Sesana
245. Luca Settineri
246. Stefania Specchia
247. Ezio Spessa
248. Silvia Spriano
249. Stefano Stassi
250. Cecilia Surace
251. Roberto Tadei
252. Paolo Tamborrini
253. Paolo Tilli
254. Marco Torchiano
255. Marco Torchio
256. Daniela Tordella
257. Carlo Tosco
258. Mario Trigiante
259. Andrea Trivella
260. Paolo Tronville
261. Graziano Ubertalli
262. Elisa Ughetto
263. Francesco Vaccarino
264. Alberto Vallan
265. Fabrizio Valpreda
266. Mauro Velardocchia
267. Alessandro Vigliani
268. Vladimir Viktorov
269. Carmen Visconte
270. Monica Visintin
271. Angioletta Voghera
272. Mauro Volpiano
273. Maurizio Zamboni
274. Marco Zerbinatti
275. Ferruccio Zorzi
276. Stefano Zucca