Informazioni sullo sciopero

La sottoscrizione del nostro documento non è l’adesione allo sciopero. Lo scopo del documento è di dichiarare da subito la nostra intenzione ad aderire a settembre allo sciopero degli esami, inquadrando tale iniziativa in una più globale mobilitazione che tende ad affrontare l’insieme dei problemi del sistema universitario. L’adesione vera e propria allo sciopero, che ovviamente potrà essere fatta anche senza sottoscrivere il nostro documento, dovrà essere ufficialmente dichiarata il giorno dello sciopero all’Ateneo di appartenenza e per conoscenza anche al MIUR. E’ molto utile mandare anche una comunicazione all’indirizzo sessione.autunnale2017@gmail.com per un conteggio autonomo e immediato degli aderenti allo sciopero. Per la precisione, i docenti del nostro Ateneo, dovranno comunicare l’avvenuto sciopero a

rettore@polito.it
segreteria.particolare.ministro@istruzione.it
sessione.autunnale2017@gmail.com

con il seguente testo

Modello per la dichiarazione di adesione allo sciopero

Al Rettore del Politecnico di Torino
Al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica
Al Movimento per la Dignità della Docenza Universitaria

Oggetto: Astensione dagli esami di profitto

Il sottoscritto…………… in servizio presso l’Università di…………. , Dipartimento di…………. in qualità di …………….. (Ricercatore, Associato, Ordinario) comunica di aver scioperato oggi secondo le modalità previste dallo sciopero dagli esami di profitto proclamato per la sessione autunnale dell’anno accademico 2016-2017.

Distinti saluti

e mandare la richiesta di ricalendarizzazione dell’esame a vicerettore.didattica@polito.it con il seguente testo.

Modello per la richiesta di appello straordinario

Al Vice Rettore per la Didattica

Oggetto: Richiesta di appello straordinario

Il/La sottoscritto/a…………… in servizio presso questo Ateneo in qualità di …………….. presso il Dipartimento di …..……..  chiede la fissazione di un appello straordinario, per il corso di………….. (o per i corsi di………… ove sussista tale caso) a partire dal ………..… (indicare la data corrispondente al quindicesimo giorno a partire da quello dello sciopero).

Distinti saluti

Per completezza pubblichiamo il documento di proclamazione dello sciopero, il parere della Commissione di Garanzia e un documento con i chiarimenti tecnici sullo sciopero.

Informazioni per gli studenti: è evidente dal testo della proclamazione dello sciopero approvato dalla Commissione di garanzia sugli scioperi che ci sono casi in cui gli studenti posso già avere informazioni certe su eventuali scioperi e casi in cui invece questo non è possibile, indipendentemente dalla volontà dei singoli docenti:

  • Siccome le modalità dello sciopero prevedono che ogni docente possa scioperare solo in un esame, il suo primo esame in ordine di tempo della sessione autunnale, lo studente ha la certezza di poter fare regolarmente l’esame se quest’ultimo non è il primo in ordine di tempo del docente titolare del corso (se anche ci sono più docenti sul corso, conta solo il titolare del corso). Se anche il docente sciopererà, lo farà nel suo primo esame e quindi tutti gli altri suoi esami seguenti non potranno essere oggetto di sciopero;
  • Nel caso in cui l’esame che volete sostenere sia invece il primo del docente titolare, il vostro esame è a rischio di sciopero e dovrete prenotarvi per l’esame e presentarvi il giorno e all’ora prevista. Se sarà oggetto di sciopero nel giro di pochi giorni sarà ricalendarizzato e sarà regolarmente tenuto, anche se con almeno 14 giorni di posticipo. Nessun esame sarà cancellato, si tratterà al massimo solo di un rinvio. E’ rischioso non presentarsi all’appello perché il docente, anche se ha dichiarato pubblicamente di voler scioperare, ha diritto di decidere all’ultimo minuto di non scioperare e in tal caso se siete assenti non avrete altre occasioni di sostenere l’esame fino a gennaio Indipendentemente dal possibile sciopero, è comunque obbligatorio prenotarsi in ogni caso agli esami che intendete sostenere.

Per i motivi detti è inutile chiedere informazioni al singolo docente riguardo alla possibilità di sciopero perché che vi dica che intende scioperare o meno non cambia nulla: avete la certezza dell’appello se non è il primo esame del docente e in caso contrario non potete avere certezze fino al giorno dell’esame.  Indipendentemente dalla volontà dei docenti, non è possibile avere nessuna informazione sulla nuova data dell’esame in caso di sciopero, perché l’Ateneo la fisserà solo dopo e solo nel caso ci sia stato lo sciopero e questo avverrà, come da mail mandata a tutti gli studenti dall’Ateneo, nel giro di un paio di giorni dall’appello oggetto di sciopero.

Per qualsiasi eventuale informazione ulteriore vi invitiamo a visitare nuovamente nei prossimi giorni il nostro blog e a partecipare alle assemblee della mobilitazione, che sono tutte aperte e dove gli studenti sono i benvenuti.

Annunci